C’è chi non riesce a smacchiare i giaguari, e chi invece le macchie le leva in modo naturale… Come la nostra Lucia Cuffaro.

BUONA VISIONE!

Una piccola accortezza ecologica: per tutti i tipi principali di macchie non serve che il lavaggio venga effettuato a temperature altissime, che rovinano i tessuti e consumano molta energia elettrica. Sono sufficienti 40 gradi. Piuttosto è importante che la macchia venga pretrattata e rimossa in larga parte, prima che il capo venga messo in lavatrice, perché con il calore dell’acqua rischiereste di fissarla e renderla praticamente indelebile.

INCHIOSTRO E PENNARELLO:
Tessuti: alcool poi lavaggio con acqua e aceto bianco
Delicati: acqua calda e glicerina
Pelle: latte detergente, latte fresco e alcool denaturato

BEVANDE ANALCOLICHE
-macchia fresca: acqua frizzate
-macchia vecchia: aceto e acqua calda
SUCCO DI FRUTTA:
Su tessuti e tappeti: limone spremuto

COSMETICI
Tutti i tessuti: acqua calda e glicerina

ERBA
-macchia fresca: alcool denaturato
-macchia vecchia: alcool denaturato e sapone di Marsiglia, poi glicerina

ADESIVI E COLLE
-adesivo: ghiaccio, poi alcool denaturato e glicerina
-colla attaccatutto: alcool denaturato e sapone di Marsiglia
-colla vinilica: acqua calda

Il testo integrale è sul mio blog: www.autoproduciamo.it oppure sulla pagina Facebook “Autoproduciamo di Lucia Cuffaro”

The following two tabs change content below.
Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

One thought on “Macchie 2 – metodi naturali per pulirle. Unomattina in Famiglia, “Chi fa da sé” Lucia Cuffaro (Mdf Roma)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *