L’ECONOMIA DEL BENE COMUNE

L’economia del bene comune descrive un’economia più sociale, ecologica, più democratica. Si basa su valori che promuovono il bene comune.

SUL PIANO ECONOMICO è un’alternativa attuabile, concretamente applicabile per aziende di diverse dimensioni e forme giuridiche. Lo scopo dell’attività economica è definito in termini di valori del bene comune. .
Il successo aziendale non è più misurato sulla base dei fattori monetari come l’aumento di utile o il PIL finanziario. Nell’economia del bene comune valgono valori come i bisogni primari, la qualità della vita e della comunità.

SUL PIANO POLITICO la volontà del movimento è quella di arrivare ad un cambiamento giuridicamente riconosciuto per un’economia del bene comune. L’obiettivo è ottenere una buona qualità di vita per tutti gli esseri viventi sul pianeta, supportata da un sistema economico orientato ai valori del bene comune.
La dignità umana, l’equità globale e la solidarietà, la sostenibilità ecologica, la giustizia sociale e la partecipazione democratica sono elementi essenziali di ciò.

SUL PIANO SOCIALE L’economia del bene comune è un’iniziativa per creare la consapevolezza per un cambiamento di sistema. Si basa sulla cooperazione, sull’agire congiunto di molte persone. Il movimento trasmette speranza e coraggio e cerca di fare rete e creare sinergie con altre iniziative alternative.

www.economia-del-bene-comune.it info@economia-del-bene-comune.it

Per la presentazione in PDF clicca REIFER

The following two tabs change content below.
Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *