Venerdì 25 Maggio alle ore 17.30 presso l’Arancera di S. Sisto (in Via Valle della Camene 11 Roma), La Grande Via e il Movimento per la Decrescita Felice, con il patrocinio dell’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale presentano: “CONSUMO CONSAPEVOLE: UN PONTE VERSO LA LIBERTÀ”.

L’epidemiologo Franco Berrino incontra Lucia Cuffaro, Presidente del Movimento della Decrescita Felice. Introduce e interviene Giuseppina Montanari (Assessore alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale) sul recupero delle eccedenze alimentari. Modera la conduttrice di Radio Cusano Campus, Misa Urbano.

Il diritto all’autonomia, la capacità di agire senza costrizioni o impedimenti esterni: è questa l’essenza del concetto di libertà.
Quali sono i margini di libertà che ci definiscono nella nostra vita quotidiana? Siamo davvero liberi di agire secondo i nostri bisogni profondi? Abbiamo la possibilità di scegliere il cibo che mangiamo, di gestire il nostro tempo, di osservare ciò che il nostro sguardo desidera veramente, di prenderci cura del nostro corpo con prodotti che lo tutelino?

Le qualità necessarie per garantire a noi stessi la libertà sono consapevolezza e volontà: consapevolezza che i condizionamenti mediatici e commerciali ci stanno privando di libertà fondamentali, quali il diritto alla salute, il diritto alla gioia, il diritto alla qualità del cibo e dell’ambiente; volontà di emanciparci da queste catene invisibili.

Franco Berrino e Lucia Cuffaro eleggono il consumo consapevole a strumento di libertà: conoscere le strategie commerciali, sapere leggere le etichette dei prodotti, essere in grado di autoprodurre i beni fondamentali sono qualità che ci permettono di riappropriarci del nostro tempo e del nostro denaro, con immenso beneficio per la nostra salute e per la qualità della nostra vita e dell’ambiente che ci circonda.

Temi trattati nell’incontro:
-Impatto ambientale dei nostri consumi: invito alla consapevolezza
-Spreco alimentare e recupero delle eccedenze alimentari prevenzione e diminuzione
-Fare la spesa e leggere le etichette: quali sono gli ingredienti da evitare
-La cucina sana e Macromediterranea: ritorno alla tradizione per recuperare semplicità e salute
-Autoproduzione in cucina

L’ingresso è libero previa registrazione QUI (posti limitati)

 

Dott. Franco Berrino
Laureato in medicina (magna cum laude) nel 1969, si è specializzato in Anatomia patologica; ha dedicato la sua vita all’epidemiologia dei tumori, prima con l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro in Africa, poi, dal 1975 al 2014, all’Istituto Nazionale dei tumori di Milano, dove ha diretto il Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva.
È autore o co-autore di oltre 400 pubblicazioni scientifiche. Ha promosso lo sviluppo dei registri tumori in Italia e coordinato i registri tumori europei per lo studio della sopravvivenza dei malati neoplastici nei differenti paesi (Progetto EUROCARE). Ha realizzato studi con la collaborazione di decine di migliaia di persone, tuttora seguite per capire le cause delle malattie sviluppate (Progetti ORDET ed EPIC). I risultati gli hanno consentito di promuovere sperimentazioni per modificare lo stile di vita allo scopo di prevenire i tumori e le altre malattie degenerative frequenti nel mondo occidentale, nonché le recidive in chi si è ammalato di cancro (progetti DIANA). Attualmente è responsabile del progetto MeMeMe, una sperimentazione clinica finanziata dallo European Research Council per prevenire l’incidenza delle malattie croniche associate all’età attraverso la dieta Mediterranea e il trattamento con Metformina nelle persone ad alto rischio perché affette da sindrome Metabolica.
Ha pubblicato vari volumi, tra cui il best seller La Grande Via, scritto con il prof. Luigi Fontana (Mondadori 2016) e i libri divulgativi Medicina da Mangiare (edizioni La Grande Via, 2017) e Il cibo dell’uomo (Franco Angeli). Nel 2018 è uscito il suo ultimo libro, scritto con Daniel Lumera e David Mariani: Ventuno giorni per rinascere (Mondadori), attualmente in testa alle classifiche.

La Grande Via
Associazione fondata dal dottor Franco Berrino e dalla giornalista Enrica Bortolazzi nel 2015 con lo scopo di divulgare un corretto stile di vita che possa condurre alla longevità in salute il maggior numero di persone possibile attraverso il cibo sano (“il cibo dell’uomo”), il movimento (l’esercizio fisico e il cambiamento delle abitudini) e la vita spirituale (la meditazione e la preghiera).
Sentirsi responsabili della propria vita e della propria salute, credere nel rispetto del nostro corpo, degli altri e del pianeta, promuovere la bellezza e la gentilezza delle abitudini sono gli intenti de La Grande Via, che oggi raccoglie centinaia di persone di buona volontà che basano la loro vita su questi valori. Intorno ai soci si concentra il senso e la cura di tutte le attività organizzative de La Grande Via: corsi e conferenze, seminari, seminari di pratica e studio in Italia e all’estero.
Ha pubblicato vari libri, come Medicina da Mangiare di Franco Berrino, con il contributo di Simonetta Barcella e Silvia Petruzzelli.
www.lagrandevia.it

Lucia Cuffaro
Presidente del Movimento per la Decrescita Felice, ha una vita piena e intensa, dedicata alla divulgazione di riflessioni sulla riduzione degli sprechi e il ben-essere.
Partecipa a varie trasmissioni TV e Radio (Rai3, La 7, Tv2000, Radio Cusano Campus, Radio Città Futura), collaborando in particolare con Unomattina in Famiglia su Rai Uno, dove conduce dal 2012 la rubrica Chi fa da sé. I suoi articoli sono pubblicati su BioEcoGeo, Vivi Consapevole, Yoga Journal.
Sociologa di formazione e presto Naturopata e, ha lavorato come collaboratore parlamentare alla Camera dei Deputati, occupandosi di ecomafie, rifiuti e comunicazione ambientale.
Ha pubblicato per il Gruppo Macro: Fatto in casa, Cambio Pelle in 7 passi, l’Eco Kit per le Pulizie Ecologiche, il DVD Fatto in casa con Lucia, Risparmia 700 euro in 7 giorni.
Gira l’Italia come formatrice per insegnare come riconoscere nelle etichette le sostanze tossiche nei prodotti di uso comune e autoprodurre le alternative naturali. Amante delle tradizioni popolari e rimedi antichi viaggia per i luoghi più incontaminati del Pianeta alla ricerca di pratiche millenarie profondamente legate alla Madre Terra.
Il suo blog www.autoproduciamo.it è seguito da migliaia di lettori.

Movimento per la Decrescita Felice (MDF)
È un’associazione nazionale, di sensibilizzazione pubblica per favorire il ben-essere della cittadinanza, ciò che è a basso impatto ambientale, che non crea sfruttamento sugli esseri viventi e che permette una buona distribuzione del denaro, come i lavori utili, tecnologie pulite per ridurre gli sprechi di risorse, piccole e medie aziende etiche, e tanto altro. MDF è stato fondato nel 2007, Maurizio Pallante, esperto di politiche energetiche. Consta di 20 Circoli territoriali che operano localmente su base volontaria con l’intento di avvicinare le persone alle idee e pratiche della decrescita attraverso formazione interna ed eventi di sensibilizzazione (seminari, laboratori presentazione libri, eco-feste, convegni, collaborazioni con altre realtà).
A differenza di molte teorie economiche e filosofiche di critica sociale la Decrescita Felice propone dei mezzi immediati, concreti e diretti. Un elemento stimolatore in grado di diffondere non solo un pensiero, ma soprattutto metterlo in pratica fornendo la possibilità a chi vi si riconosce di incontrarsi nei Circoli, di discuterne e di applicarlo assieme.
Ognuno di noi può agire per migliorare la propria condizione e impronta ecologica, imparando a pensare alle conseguenze del proprio operato e facendo scelte che tengano in considerazione l’intero ciclo di produzione, dalle materie prime allo smaltimento. E la conseguenza di questa ricerca di nuove strade da percorrere è l’allontanamento dalla dipendenza consumistica, per ritrovare convivialità e collaborazione.

L’ingresso è libero previa registrazione QUI (posti limitati)

www.decrerscitafelice.it
www.lagrandevia.it info@lagrandevia.it
www.decrerscitafelice.it info@decrerscitafelice.it

 

 

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *