“Mai visto nessuno decrescere ed essere felice. Proviamo a crescere felicemente. I no non aiutano nessuno”, ha detto Matteo Salvini nel corso della cerimonia di inaugurazione di Vinitaly a Verona.

Bene, caro Salvini, eccoci qui… decrescenti e felici!

Siamo tutti quei cittadini che si sono riversati in strada a migliaia per una grande manifestazione per difendere il clima ed opporsi alle grandi opere inutili e alle devastazioni ambientali. Siamo quelli che ogni giorno con le loro piccole azioni quotidiane si oppongono al degrado e agli sprechi, all’inquinamento e allo sfruttamento. Quelli che scelgono il consumo critico, l’attivismo e  la solidarietà come strumento per difendere il Bene Comune, che è anche affar suo.

Siamo in tanti e siamo sempre di più a testimoniare il fatto che quando a decrescere sono i consumi, lo smog, le auto e il cibo spazzatura, la frenesia di avere sempre di più, di buttare e sprecare… decresce anche l’infelicità e l’insoddisfazione, le malattie e la depressione, decrescono i cumuli di spazzatura nelle nostre strade, decrescono le morti per fattori ambientali, i tumori e le stragi. Decrescono le guerre per le materie prime e i cambiamenti climatici sempre più importanti. E l’odio e l’intolleranza. Decresce il potere dei soldi e di chi questo potere lo usa per sottomettere i popoli.

E sa cosa cresce nel mentre?

Il tempo libero e la libertà di passarlo con chi si ama. Crescono gli interessi e la cultura. Cresce l’amore e la tolleranza. Cresce la voglia di custodire questo Pieneta e di lasciare qualcosa di buono alle future generazioni: un mare in cui nuotare, una terra ancora fertile, aria che non sia veleno.

Cresce la felicità, insomma. Anche se lei ancora non se n’è accorto.

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *