MDF e Altri Mondi Bike Tour insieme in un viaggio ecologico e felice. 

Dopo il successo dei primi tre Bike Tour nel Centro e nel Sud Italia, quest’anno il Movimento per la Decrescita Felice si sposta più a Nord: dal 26 maggio al 2 giugno la comitiva MDF di una quarantina di ciclisti viaggerà dalla Val Susa a Savona, dove il 1° giugno in occasione della Giornata Mondiale della Decrescita ci saluteremo con un grande evento. In mezzo varie tappe e tanti incontri: a Venaus conosceremo il Movimento NO Tav, a Torino saremo ospiti della Cavallerizza Reale, conosceremo il progetto del panificio cooperativo Panacea, e poi ancora Alba e Millesimo, per conoscere alcune tra le realtà italiane più resistenti e resilienti che, dal basso, si battono per il cambiamento, la sostenibilità e il futuro di tutti noi.

Viaggiare lento e a basso impatto ambientale, riscoprire antichi borghi, tradizioni, culture e colture, diffondere l’eco-turismo, la mobilità sostenibile, il viaggio come momento di conoscenza, incontro e scoperta, sono solo alcuni dei temi che si affronteranno durante questo cammino e di cui ci si farà promotori. Durante i chilometri percorsi si avrà la possibilità di ammirare bellissimi paesaggi, visitare piccoli borghi nascosti, incontrare persone del luogo e approfondire le conoscenze attraverso workshop, conferenze, aperitivi e spettacoli teatrali.


Come da tradizione al fianco di MDF c’è Altri Mondi Bike Tour, una banda di artisti/ciclisti che gira l’Italia che resiste, che risponde ai conflitti ambientali, che tutela le proprie bellezze naturali, portando con sè il loro spettacolo di divulgazione scientifica giocosa sull’intelligenza delle piante, società e comportamenti degli animali e ipotesi di vita su altri pianeti. Uno spettacolo sulla sostenibilità ambientale per avere un altro punto di vista sul Pianeta e sull’Umanità.


Oltre a Altri Mondi Bike Tour ancora una volta ci sarà ènostra, fornitore elettrico cooperativo, a finalità non lucrativa, che vende ai propri soci solo elettricità rinnovabile proveniente da impianti sostenibili, fotovoltaici, eolici e idroelettrici con garanzia d’origine, prediligendo realtà di produzione legate alle comunità locali e favorendo la crescita della quota di energia da fonti rinnovabili. E poi ancora: L’Alveare che dice Sì! un progetto di filiera corta basato sull’economia partecipativa in cui si privilegia l’incontro tra consumatori responsabili e produttori informati, al fine di ridurre al minimo gli sprechi e favorire scambi diretti, prodotti locali, entrate dignitose per chi produce, prodotti di qualità per chi acquista. Ma soprattutto: rapporti di conoscenza e fiducia.
Ultimo, ma non ultimo, Italia che cambia, un viaggio, un sito, un racconto reale e virtuale nato per incontrare e conoscere chi ha preso la propria vita in mano, senza aspettare che qualcuno agisse al suo posto.

Insomma, più che partner parliamo di amici, compagni di viaggio, in linea con tutto ciò che il Movimento della Decrescita Felice da sempre afferma e pratica: la consapevolezza che il cambiamento sia quotidiano e personale e che la rivoluzione più importante sia quella che ha inizio nelle proprie abitudini, negli stili di vita, nei consumi sobri e nel piacere della condivisione.

TUTTE LE TAPPE LE POTETE TROVARE QUI

 GLI EVENTI DEL BIKE TOUR

LUNEDI’ 27 MAGGIO – VENAUS (INCONTRO CON IL MOVIMENTO NO TAV)
Il Movimento No TAV da decenni si oppone alla costruzione di una grande opera inutile e dannosa per l’ambiente. Ma non è solo opposizione. Da questa lotta è nata anche una forte rete di solidarietà e di iniziative sul territorio valsusino.
In fondo lottare contro un’opera che si ‘deve fare perché porta crescita’ e realizzare invece concretamente una visione diversa del mondo può essere visto come l’applicazione concreta dei valori della decrescita.
Lunedì 27 maggio alle 14.30 il quarto Bike Tour della Decrescita si muoverà in bici da Venaus fino al cantiere del TAV alla Maddalena per passare lì il pomeriggio a conoscere l’opera e i suoi problemi, ma soprattutto il grande movimento che lì si è formato per esplorare quanto effettivamente No TAV e MDF hanno in comune.
Concluderemo verso le 18.00 con una merenda sinòira (termine piemontese che sta ad indicare via di mezzo tra la merenda e la cena, sia per l’orario, sia per gli alimenti rispetto a una normale merenda),  per poi tornare verso Venaus.

MERCOLEDI’ 29 MAGGIO – TORINO
Dopo una visita al mattino a Panacea nei Laboratori di via Baltea, passeremo la serata nella Cavallerizza Reale, che gentilmente ci ospita.
Alle 19.00 discuteremo del viaggio, della sua bellezza e dei suoi impatti.
Viaggiare per molti di noi è diventata una parte importante delle nostre vite. È normalissimo andare velocemente a Parigi per vedere una mostra o passare un fine settimana in montagna alla ricerca di aria pura e natura pulita. Abbiamo la sensazione che viaggiare ci arricchisca, forse che dia addirittura un senso alla nostra vita.
Ma allo stesso tempo il turismo è diventato una delle principali industrie del mondo e una di quelle in più veloce crescita. Il suo impatto è notevole, dal punto di vista economico, sociale ed ambientale. Treni ad alta velocità ed aerei annullano le distanze ma distruggono territori, producono CO2 e deformano geografie, accentuando le differenze tra i luoghi che hanno una stazione AV e quelli che non ce l’hanno. Però il turismo dà anche lavoro a molti e in particolare il cosiddetto turismo sostenibile sembra essere una soluzione alternativa alla distruzione diretta dell’ambiente in molti luoghi. Pensiamo per esempio al whale watching al posto della caccia alle balene.
C’è un modo per risolvere queste contraddizioni?
Si può distinguere tra viaggio-buono e turismo-cattivo?
Come può contribuire il pensiero della decrescita con la sua concezione di limite?
Possono dei modi alternativi di viaggiare, a bassa velocità, in contatto con il territorio come il Decrescita Bike Tour essere una soluzione?
Ne parleremo con:
– Osman Arrobbio (sociologo, Università di Torino)
– Silvio Cristiano (esperto di tematiche energetiche e ambientali, Università di Napoli Parthenope)
– Roberto Tessaro (titolare agenzia di viaggi Insafari)A seguire, intorno alle 20.00 seguirà un Piccolo Aperitivo a offerta libera organizzato dal Circolo per la Decrescita di Torino.
E per concludere, dalle 21.00 ci accompagneranno le note dei seguenti ospiti musicali:
– Giacomo Ceste + band
– Immune
– GALimera’s
– Odisseorkestra
GIOVEDI’ 30 MAGGIO – ALBA
Dopo una visita al mattino ad Assocanapa a Carmagnola, e una visita pomeridiana alla Cascina Biologica Fornace a  Santo Stefano Roero,  che partecipa al progetto sociale “8 Mani” della Cooperativa Emmaus. Alcuni ragazzi che producono l’ottimo vino bio con etichetta “8mani” ci presenteranno la nuova annata in una esclusiva degustazione, insieme ai piatti cucinati dalla docente di cucina naturale e operatore olistico ad indirizzo nutrizionale Chiara Chinca, cuoca del locale Piatti chiari di a Sommariva Perno.
In serata arriveremo ad Alba e dalle 21.00 presso la Bocciofila Albese, in  Corso Nino Bixio, 40 Alba ci sarà una presentazione di alcune realtà’ decrescenti  di Alba. Per finire in allegria, la serata prosegue con balli occitani,  con musica dal vivo suonata dal duo dei “Balacanta” formato da Marco Voglino alla fisarmonica e Franco Malberto alla Ghironda (strumento a corde medievale). Con l’uso esclusivo di strumenti acustici faranno rivivere musiche, canti e  danze d’altri tempi dell’area piemontese occitana. Per chi lo desidera, alcuni appassionati ballerini, insegneranno i passi delle figure più semplici in modo da permettere a tutti di provare l’esperienza di queste danze coinvolgenti.SABATO 1 GIUGNO – SAVONA
Il quarto Bike Tour della Decrescita si concluderà il primo giugno a Savona con molte azioni ed incontri in occasione della Giornata Mondiale della Decrescita, istituita da una rete internazionale di movimenti ed associazioni.
Dalle 10.00 ci si incontra alla Spiaggia della Margonara, abbandonata dall’amministrazione pubblica e minacciata dalla speculazione edilizia per un’azione di pulizia congiunta.
Alle 12.30 il bike tour arriverà in spiaggia.
Nel pomeriggio ci ritroviamo in centro, dalle 15.00 alle 17.30, dove allestiremo un’installazione per parlare dell’inquinamento dei mari ma ci saranno anche attività per i bambini.
Infine dallle 17.30 alle 19.30 Conferenza in Sala Rossa per parlare di decrescita con Maurizio Pallante.

Per informazioni: biketour.decrescita@gmail.com

QUI l’evento Facebook
QUI la pagina Facebook del Bike Tour
QUI la pagina Facebook di Altri Mondi Bike Tour
QUI la pagina Facebook Mdf
QUI il sito Mdf
QUI il modulo d’iscrizione
QUI il sito di Altri Mondi Bike Tour

Il documentario realizzato da Elena Tioli.

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *