Il 1° giugno 2019 in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale della decrescita.  In tutta Italia sono stati organizzati eventi di sensibilizzazione e condivisione di quella che per noi è una vera e propria filosofia di vita: non solo una critica ragionata e ragionevole alle assurdità di un’economia fondata sulla crescita della produzione di merci, ma un’alternativa radicale e concreta al suo sistema di valori basata su un’idea diversa di comunità, di felicità, di Vita in cui al centro ritornino ad esserci le persone, le relazioni, il Bene Comune. 

Un concetto che senza dubbio spaventa chi, sulla crescita del Pil, ho creato un vero e proprio impero economico. Ma senza alcun dubbio un concetto che attrae sempre più cittadini orientati a un “buon vivere” più autentico e consapevole.

Decrescita non è sinonimo di recessione e nemmeno di rinuncia, perché la rinuncia implica una valutazione positiva di ciò a cui si rinuncia. La decrescita è il rifiuto razionale di ciò che non serve. Non dice: «ne faccio a meno perché è giusto così». Dice: «non so cosa farmene e non voglio spendere una parte della mia vita a lavorare per guadagnare il denaro necessario a comprarlo». La decrescita non si realizza sostituendo semplicemente il segno più col segno meno davanti all’indicatore che valuta il fare umano in termini quantitativi. Il suo obbiettivo non è il meno, ma è il meglio.

I tanti eventi, convegni, picnic, che oggi sono stati organizzati in tutta Italia e nel mondo ne sono la dimostrazione: la Decrescita Felice non è più argomento per pochi bensì la casa di molti. Tutte le occasioni d’incontro e confronto di oggi ne sono la più bella testimonianza: vivere bene tutti è possibile.

Che cosa si intende per “vivere bene tutti”?

Per “vivere bene tutti” è necessario un modo di fare business e una forma di società che puntino al benessere di tutte le persone e degli esseri viventi e che protegga le basi ecologiche della vita. Ciò può essere ottenuto solo con un cambiamento fondamentale nel nostro modo attuale di vivere e nel metodo di produzione, nonché con un cambiamento culturale radicale. Per noi, i valori da ricercare in tale società includono la consapevolezza, la decelerazione, la solidarietà e la cooperazione, al fine di rendere possibile una vita autodeterminata e dignitosa per tutti. Per quanto siano necessari ulteriori passi, noi vediamo utili tra le altre cose una attenta gestione delle risorse, l’orientamento verso l’autosufficienza e una riduzione della produzione e del consumo nel Nord del mondo. Abbiamo, quindi, bisogno di sviluppare forme più democratiche nei processo decisionali pubblici per permettere una vera partecipazione politica, e per ridurre le forme globali di dominio e di sfruttamento come il razzismo, il sessismo e il neocolonialismo, in modo che tutti possano effettivamente vivere bene. Questo approccio è anche chiamato “Decrescita” o “post-crescita”.

Che cosa succede nella “Giornata Globale della Decrescita – Vivere bene tutti!” nel 2019?

Dal 2013 è stato portato avanti l’annuale Picnic della Decrescita, una giornata di azione a livello mondiale che di fatto univa eventi di tipologie diverse che sostengono l’idea della Decrescita. In Germania una giornata simile, con il motto “vivere bene tutti” (“good life for all”), ha avuto luogo nel 2018.

A partire dal 2019 entrambi i giorni sono abbinati in uno. In questo giorno, i gruppi e associazioni locali organizzano eventi e azioni pubbliche per rendere chiaro che insieme diciamo no alla presunta mancanza di alternative. Vogliamo mostrare la portata concreta delle azioni alternative alla società capitalistica della crescita, perché “vivere bene tutti” è possibile! Del resto è risaputo… il cambiamento inizia spesso con una chiacchierata rilassata intorno a del buon cibo, un dibattito pubblico con gli attivisti della decrescita, un tour in bicicletta in una fattoria locale o ad una CSA (Community Supported Agriculture), una visita ad un vicino Repair Cafè che aggiusta e ripara oggetti anziché buttarli, una manifestazione di fronte ad una centrale elettrica a carbone o un inceneritore… ce n’è per tutti!

Partecipa anche Tu! Sul www.degrowth.info è possibile trovare tutte le informazioni in merito.

The following two tabs change content below.

2 thoughts on “1 giugno 2019 – Giornata Mondiale della Decrescita”

  1. Cari amici decrescenti,condivido da sempre i valori e lo stile di “buona vita”che proponete,nel mio piccolo tento di dare un contributo,per esempio circa un paio di mesi fa’ ho inviato a RAI news economia questa breve lettera che riporto qua sotto.Potrebbe, forse,essere utile se piu’ persone si facessero sentire dagli organi di informazione pubblica pretendendo un’informazione piu’ equilibrata e corretta.(naturalmente non ho mai avuto risposta dalla RAI). SAluti e buon lavoro .Paolo.

    A rai news 24 economia:
    ” Buongiorno,seguo con interesse il programma”Economia 24″su Rainews24,devo,però, segnalare che per quanto riguarda il tema “Decrescita”non mi sembra che l’informazione sia particolarmente equilibrata:sempre,quando si accenna al tema, economisti e politici sfiorano l’argomento con superficialità e,spesso con sarcasmo,mai ho potuto ascoltare le argomentazioni di rappresentanti del Movimento per la Decrescita e un confronto serio tra diverse opinioni.

    Piacerebbe sull’importante tema da parte del servizio pubblico un’informazione piu’ aperta. Grazie e saluti ..

    paolo de piccoli”

    1. Grazie per quello che fai Paolo.

      Continua così, come diceva Gandhi “Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi convinci.”

      Più saremo a far notare che ci ignorano e prima arriveremo a convincere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *