Dieci anni e non sentirli. 13 – 14 maggio la 1 Festa nazionale della Decrescita Felice

Published on :

Dieci anni e non sentirli. Il 13 e 14 maggio prossimi il movimento per la decrescita felice festeggerà i suoi primi dieci anni di attività, nella sua prima festa Nazionale che si terrà alla città dell’altra economia di Roma. Dieci anni dove sono stati fatti importanti passi per sensibilizzare gli […]

La denuncia di Emergency

Gino Strada: «Stanno cercando di anestetizzarci il cervello»

Published on :

Oggi più che mai attuali le parole di Gino Strada, fondatore di Emergency: «…anestesia, è quella che stanno cercando di fare ai nostri cervelli, raccontandoci delle storie, delle grandi bugie». «Tutti giorni ci dicono cose su come sta andando la guerra al terrorismo, parola ormai usata bipartisan, senza chiedersi neanche […]

L’impatto ambientale di una pagnotta di pane

Published on :

Claudia Grisanti, giornalista Più della metà dell’impatto ambientale del pane è dovuto alla coltivazione del grano. Un team dell’università di Sheffield ha studiato l’intero ciclo di produzione nel Regno Unito di una pagnotta integrale da ottocento grammi. Liam Goucher e colleghi hanno considerato la coltivazione del grano, a partire dalla […]

gasdotto TAP

Perché No Tap né qui né altrove

Published on :

di Elena Gerebizza, Re:Common È fine febbraio, siamo a Baku, capitale dell’Azerbaigian. A un incontro ufficiale il governo italiano viene bacchettato per i notevoli ritardi nella costruzione del gasdotto TAP, il segmento in terra nostrana del Corridoio Sud del Gas. Con la coda tra le gambe, il ministro dello Sviluppo […]

MDF verso la COP22

Published on :

 Cari soci, Otto mesi fa a Parigi, 177 nazioni hanno promesso di provare ad assicurarsi che la temperatura media del mondo non aumentasse di più di 1,5°C al di sopra del livello preindustriale. Ma questa è già aumentata di 1,3°C in modo più rapido e oltre quanto previsto da tutti. […]

Un città senza auto? a Parigi ci provano. E in Italia?

Published on :

    Signor  Sindaco, fino a metà degli anni cinquanta, angusto era lo spazio delle abitazioni, formate sovente da una sola stanza da letto dove dormivano genitori e nidiate di figli, mentre la notte il letto matrimoniale, chissà perché, cigolava a ritmo forsennato come se fremesse di passione. Al centro […]