Le attività portate avanti dal Movimento per la decrescita felice si articolano in quattro filoni:

Stili di vita

Tecnologie

Politica

Cultura            

 Questi quattro filoni sono per noi come uno sgabello, costituito da tre robuste gambe – stili di vita, tecnologie e politica – le quali tengono in piedi il ripiano della  della cultura.

 Se manca una di queste gambe, lo sgabello non sta in piedi. Da sole, le tecnologie che riducono il consumo di risorse a parità di produzione o servizi possono dare adito al cosiddetto “effetto rimbalzo”: se un’automobile più efficiente dimezza i consumi di benzina raddoppiando i chilometri che fa con un litro, gli automobilisti possono essereindotti a percorrere più chilometri. Per evitare che ciò si verifichi occorre anche un cambiamento degli stili di vita e una legislazione che ponga limiti alla circolazione automobilistica ed incentivi la mobilità pubblica.

Solo la compresenza delle tre gambe è in grado di sostenere il paradigma culturale della decrescita, il ripiano dello sgabello che a sua volta unisce e sostiene le gambe stesse. Senza una rivoluzione culturale, infatti, senza una decolonizzazione del nostro immaginario collettivo dai valori della crescita, le tre gambe non sarebbero che semplici pezzi di legna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *