Sorry, this entry is only available in Italian.

The following two tabs change content below.
Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

One thought on “(Italiano) “Il mais Ogm è veleno”. Studio choc in Francia, allarme del governo e della Ue”

  1. Sfortunatamente in Italia ancora più che all’estero, la popolazione storce il naso agli OGM perchè c’è una cultura scientifica imbarazzante, nè c’è la capacità di distinguere una notizia vera da una falsa, un articolo fatto bene, da uno fatto male (come lo studio di cui si parla).Gli OGM resistenti agli erbicidi è solo UNO dei tantissimi tratti sviluppati e
    sviluppabili…evidenntemente chi scrive non ha idea di che cosa sia un OGM.La legge dice che se un prodotto OGM è stato studiato, autorizzato ed è commercializzato in tutto il mondo non può il paese bloccarne la produzione (semmai il cittadino e il coltivatore possono non utilizzarlo),
    perchè va garantita la libera scelta. Le lacune legislative non riguardano gli OGM, bensì tutte le altre colture, poichè SOLO gli OGM necessitano di iter burocratici costi di anlisi di
    sicurezza alimentare/ambinetale pazzeschi, non necessari per qualsiasi nuova varietà “tradizionale” (anche se modificata con mutageni e radiazioni).Il 71% degli italiani è contrario perchè è stata informata da chi, come Coldiretti, da tempo ne fa una battalgia ideologica e spara
    fuori luoghi comuni assurdi. Peraltro la stragrande maggioranza degli italiani NON sa cosa sia un OGM (e ad ogni modo non si giustifica un DIVIETO con una preferenza della poplazione..se no sarebbe da vietare qualsiasi prodotto poco apprezzato in Italia, il che non ha il minimo senso..). L’articolo è “a supporto” della lotta contro gli OGM, quindi uno studio particolarmente imparziale..tale studio è stato sbugiardato dalla comunità sicentifica pèerchè pieno di errori di ogni tipo. Questo Seralini ha già in passato pubblicato articoli
    (commissionati da Greenpeace) di bassa qualità sbugiardati anche quelli..è lo stesso che si fa
    vanto di un premio come “miglior scienziato dell’anno”, premio che, però, si ottiene semplicemnte pagando!..Negli ultimi anni ci sono stati più di DIECIMILA studi sugli OGM, di ogni genere, e tutti (anche indipendenti) hanno confermato la sicurezza degli OGM (che comunque andrebbero trattati caso per caso e non facendo di tutta l’erba un fascio).Studi che però come già detto non
    sono richiesti per nessun’altra coltura, nemmeno quelli noti per provocare reazioni allergiche
    anche mortali (per esempio gran parte della frutta). A proposito della contrarietà qui in Italia
    ricordo che, oltre a non avere alcun motivo di essere portatrici di omologazione o altre cavolate di questo tipo, le derrate OGM sono importate perchè ne siamo dipendenti..e queste derrate poi sono utilizzate non per produrre schifezze, ma i prodotti tradizionali, tipici che esportiamo in tutto il mondo e che tutto il mondo ci invidia (senza che ovviamente ne venga inficiata la qualità). Cerca di informare è una bella cosa, ma se lo si fa tanto male come in questo caso (e in tantissimi altri) si fa solo un danno perchè si crea della gente sempre più ignorante perchè
    sempre più convinta di essere “consapevole” su argomenti di cui non si conosce un bel niente.
    Se ha voglia comunque di parlare e capire un po’ che sono sti OGM chieda a chi nel settore ci lavora da una vita e non da improvvisati informatori sulla rete.

    Federico Baglioni
    fedebiotech.wordpress.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *