Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

L’allarme per le ondate di calore viene dal Cnr. “Nel periodo 1998-2015 sono stati osservati, in confronto al 1980-1997, aumenti di durata e intensità delle ondate in oltre il 60% delle capitali europee, in particolare di area centro e sud-orientale: da una frequenza dei giorni di ondata di calore pari al 7-8% dei giorni estivi si è arrivati al 12-14%”, ha detto Marco Morabito dell’Ibimet-Cnr, coordinatore dell’analisi pubblicata sulla rivista Atmosphere da quattro strutture di ricerca fiorentine: Istituto di biometeorologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibimet-Cnr), Centro di bioclimatologia dell’Università, Consorzio Lamma e Accademia dei Georgofili.
Il gruppo di ricercatori ha calcolato un indicatore sintetico e informativo chiamato Heatwave Hazard Index (Hwhi) che permette di analizzare contemporaneamente tutte le specifiche dell’impatto dell’ondata di calore: il numero di giorni, il numero delle ondate di calore lunghe e intense e la data della prima. Dalla ricerca risulta che l’Hwhi è raddoppiato a Vienna, Budapest, Ljubiana e Nicosia, triplicato a Zagabria e Atene. A Roma l’indice è raddoppiato nel 1998-2015 rispetto al periodo precedente e in particolare la frequenza dei giorni di ondata è passata dal 5 al 13%.
Di fronte a questa situazione bisognerebbe ridurre con prontezza le emissioni di gas serra e varare misure di adattamento: intensificare le aree verdi in ambiente urbano, ridurre l’impermeabilizzazione dei suoli, ricorrere all’uso dei tetti verdi e dei cool-roof realizzati con materiali altamente riflettenti. Non farlo significa assumersi la responsabilità di un significativo numero di morti aggiuntive (nel 2003 sono stati 70 mila i morti aggiuntivi in Europa per le ondate di calore).

Fonte: Repubblica.it

The following two tabs change content below.
Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a: info@decrescitafelice.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *