Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Una politica della decrescita favorisce:

1. l’autosufficienza energetica
2. le tecnologie della decrescita
3. l’attuazione degli stili di vita della decrescita
4. la sovranità alimentare
5. l’autonomia economica e produttiva dei territori (ovvero la rilocalizzazione dell’economia)
6. la de-globalizzazione

Grandi cambiamenti non avverranno se il pensiero della decrescita non riuscirà a determinare una rivoluzione culturale in grado di contaminare la sfera politica! Per questo riteniamo importante elaborare una politica della decrescita a tutti i livelli, fermo restando la nostra equidistanza dai principali partiti odierni che, a nostro avviso, non rappresentano che maniere differenti del perseguire un medesimo obiettivo: la crescita economica. Siamo convinti che  una politica diversa non possa, quindi, che partire dal basso, dai piccoli gesti che compiamo nella nostra quotidianità, dal nostro impegno di cittadini e dalle attività virtuose svolte nei piccoli comuni a livello locale, le quali potranno forse, in futuro non troppo lontano, andare a contaminare sfere sempre più alte.

Ribadiamo, inoltre, che il movimento per la decrescita felice, come stabilito dallo Statuto, non opera a livello istituzionale, non diventerà mai un partito, ma si pone nel ruolo di suggeritore e ispiratore nei confronti delle istituzioni.

Per maggiori dettagli visualizza la nostra proposta politica. Visualizza anche le aree tematiche Decrescita e occupazioneDebiti pubblici, crisi economica e decrescita felice. Per la condivisione di materiali relativi all’attività politica pratica clicca qui.

Photo via Mike Grenville

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *