La cosa più semplice per contribuire al Movimento per la Decrescita Felice (MDF) è aderire a uno dei circoli rappresentati nella cartina sottostante. Un circolo MDF è una sezione del Movimento per la Decrescita Felice, ma caratterizzata da autonomia.

In alcune città non esiste ancora un circolo costituito, ma ci sono persone che vorrebbero crearlo, questi sono i “gruppi” di MDF; i gruppi, normalmente, aspettano di avere un numero sufficiente di persone per costituire un circolo. Nel caso voleste contattare un gruppo o un circolo potete scrivere agli in indirizzi email che trovate sulla mappa o per qualsiasi problema potete scrivere a info@decrescitafelice.it

E’ possibile, infine, aderire come associazione al Movimento per la Decrescita Felice.

Prima di procedere consigliamo una attenta lettura dello statuto.

 

Come creare un circolo per la Decrescita Felice

Nel caso non vi siano gruppi o circoli con il territorio con cui poter collaborare (fermo restando che non è escluso poter creare più circoli nella stessa città) è possibile candidarsi alla creazione di uno nuovo.

Il passaggio obbligato prima di diventare “circolo” è quello di diventare “gruppo”.

Il gruppo è un insieme informale di persone intenzionate a costituire un circolo. Fino a quando non ci saranno le forze e la consapevolezza sufficiente per poter gestirlo autonomamente, farà un percorso di formazione, riflessione e ricerca di nuovi volontari, anche attraverso piccole iniziative per coinvolgere nuove persone e iniziare a farsi conoscere, anche collaborando con altre realtà o circoli vicini.

E’ necessaria la presenza di un referente; inizialmente il gruppo può anche coincidere con la sua persona se la volontà di costituire un circolo parte da un singolo.

Il referente se vuole coordinare il gruppo deve avere un colloquio conoscitivo telefonico/skype (o meglio ancora di persona) con un delegato di Mdf; dopodiché se verrà ritenuto idoneo potrà attivarsi localmente.

Il referente del gruppo, in quanto delegato Mdf, dovrà prendersi una serie di responsabilità:

– rispondere a tutti coloro che lo contatteranno via mail.

– Organizzare incontri con le altre persone interessate a costituire il circolo.

– Partecipare (o far partecipare un altro membro del gruppo) a qualche iniziativa di Mdf nazionale o nei pressi di dove risiede per poter conoscere di persona altri membri del Movimento.

– Lavorare in un’ottica di massima inclusione possibile, coinvolgendo persone anche diverse tra loro (ad es. con età, professionalità e provenienze culturali diverse).

– Incoraggiare fin da subito la partecipazione attiva degli altri componenti del gruppo e incitandoli a mettersi in gioco e prendersi responsabilità.

– Aggiornarsi periodicamente con Mdf sull’andamento della situazione.

– Comunicare tempestivamente a Mdf un’eventuale rinuncia all’incarico o lo scioglimento del gruppo.

Per proporsi contattateci all’indirizzo; info@decrescitafelice.it specificando nell’oggetto [creazione nuovo circolo].

Diventare un circolo significa prendersi un minimo di responsabilità:

– Essere a disposizione sul territorio per tutte le persone interessate al nostro Movimento e alla decrescita in generale, in una logica di massima inclusione e apertura possibile.

– Seguire il tesseramento per l’area di riferimento.

– Garantire un minimo di partecipazione alle attività promosse dal Movimento.

– Organizzare un minimo di attività conformi ai principi della decrescita felice.

– Partecipare con almeno un proprio delegato all’Assemblea Nazionale di Mdf.

 

Come far collaborare la propria associazione già esistente a MDF

Associazioni già esistenti – magari da ben prima che nascesse MDF – possono certamente entrare nel mondo della decrescita felice pur non essendo circoli. Esistono due possibilità diverse: essere segnalati come “associazione simpatizzante” oppure aderire come socio a MDF.

Le associazioni simpatizzanti sono realtà che riconoscono la propria unità di intenti con la decrescita felice, ne riconoscono i valori e si impegnano a metterli in pratica nella loro vita sociale. Vengono segnalati in un’apposita sezione del nostro sito. Ricordiamo che questi enti non sono soci di MDF e non possono fregiarsi di far parte del Movimento per la Decrescita Felice.

Per richiedere di essere riportati sul nostro sito come associazione simpatizzante, inviare una mail di presentazione con link al proprio sito (se esistente) e statuto associativo all’email info@decrescitafelice.it

Le associazioni aderenti, sono enti che invece sono in tutto e per tutto soci di MDF, secondo quanto prevede lo statuto e, pertanto, hanno tutti i diritti e doveri propri di questo status.

Dal momento che Mdf riconosce il valore dell’associarsi, preferisce fare aderire soltanto associazioni con cui ci sia una partnership in atto e non una mera unità di intenti. Non saranno prese in considerazione le richieste di adesione di soggetti con i quali non c’è un effettivo lavoro comune; possono in ogni caso essere segnalati come associazione simpatizzante e proporre collaborazioni per poi aderire in un secondo momento.

Ci teniamo a sottolineare che è stata una scelta di coerenza (“meno e meglio”). Non ci interessa prendere qualche quota associativa in più e mettere le “bandierine” sulla cartina, se a questa diffusione non corrisponde una reale partecipazione delle varie componenti del Movimento in un progetto complessivo.

Le associazioni che intendono aderire a MDF devono inviare una mail all’indirizzo info@decrescitafelice.it specificando nell’oggetto [adesione associazione]. Il direttivo nazionale di MDF delibererà in merito dopo aver richiesto le informazioni e la documentazione associativa necessaria per poter fare una valutazione.

Le associazioni aderenti potranno utilizzare l’espressione “Aderisce al Movimento per la Decrescita Felice” e solo in aggiunta a questa frase, riportare il logo MDF.

Ricordiamo che l’utilizzo del logo e dell’espressione “Movimento per la Decrescita Felice” è protetto da copyright. MDF si riserva il diritto di azioni legali verso coloro che lo utilizzano abusivamente.

 

I Circoli

Il movimento ritiene fondamentale il radicamento sul territorio, il fornire alle persone che si riconoscono nel pensiero e negli stili di vita della decrescita la possibilità di incontrarsi, di discuterne, di elaborare insieme un nuovo paradigma culturale, di praticarlo e insieme di favorirne la diffusione.

I circoli del Movimento della decrescita felice vorrebbero essere lo strumento per arrivare a tutto ciò, luoghi in cui si possano realizzare relazioni interpersonali fondate sulla solidarietà, sull’amicizia, sul dono e sullo scambio reciproco del tempo e delle proprie esperienze.

Al loro interno svolgono attività di discussione e formazione e sui temi teorici della decrescita, sul significato soggettivo che la decrescita assume per ognuno di noi e per il gruppo (in relazione ad un cambiamento che è in primo luogo di noi stessi), e su temi pratici, come per esempio l’autoproduzione.

All’esterno agiscono nelle realtà sociali in cui sono inseriti promuovendo in svariate maniere il pensiero della decrescita e portando avanti iniziative su tre direttrici, che hanno la stessa importanza e non possono essere perseguite se non in modo coordinato: stili di vita, tecnologie e politica.

Aderisci al circolo più vicino oppure crea un circolo tu stesso diventando un gruppo della decrescita.

CIRCOLO LUOGO MAIL 
BARI Libreria Campus Bari circolodecrescitafelicebari@gmail.com
Via Toma n.76 Bari
BRESCIA Vari luoghi info.decrescitabrescia@gmail.com
BRIANZA Via indipendenza 47 Robbiate mdfbrianzalecchese@gmail.com
LECCHESE
CAGLIARI Vari luoghi mdfcagliari@gmail.com
COMO CSV Como info@decrescitafelice.como.it 
Via col di Lana
CUNEO Via M.Tamone 5 Valgrana mdf.circolocuneo@gmail.com
MILANO Corte del Proverbio Borgo Linterno mdfmilano@gmail.com
Via F.lli Zoia 190 Milano
MUGGIA Caffè del Teatro Verdi gasdecrescitafelice.muggia@gmail.com
Muggia
PADOVA Ex Macello info@mdfpadova.it
Via Cornaro 1
PARMA Laboratorio Il Portico decrescitafeliceparma@gmail.com
Strada Quarta 23, Parma
LIVENZA TAGLIAMENTO Vari luoghi  mdflivenza.tagliamento@gmail.com
ROMA Città dell’altra economia decrescitafelice.roma@gmail.com
Largo Dino Frisullo Roma
TORINO Via Lombroso 16 circolomdftorino@gmail.com
VENEZIA Trattoria Alla Botteghetta mdfvenezia@gmail.com 
Via Villetta 88, Salzano (VE)
VERONA Vari luoghi mdfverona@gmail.com

Contatta uno dei gruppi MDF

GRUPPO MAIL
Alba circolomdfalba@gmail.com
Bologna ivan.zini@gmail.com
Campobasso simonecretella@libero.it
Cagliari francescoverrigni@hotmail.it
Cerveteri m.piracci@gmail.com
Ginosa  manila.pinto@libero.it
Guidonia mdfguidonia@gmail.com
Lucca massimiliano1481970@gmail.com
Napoli luigi.vivese@gmail.com
Sulmona Alessandro Mastrogiuseppe nonsolosportsulmona@tiscali.it
Catania decrescitacatania@gmail.com

Contatta uno dei volontari che vuole formare un Gruppo MDF!

Luogo               Referente

Campobasso      Simone Cretella simonecretella@libero.it

Palermo             Elisa Mangiola  lisicedda@gmail.com

Rimini                Luciana Merlo    lmerlo@inwind.it

 

Associazioni aderenti

Gas Savona  via Rossello 1 a Savona  luigi.giorgio.lg@gmail.com

Anche le associazioni posso aderire a MDF! Scrivi a info@decrescitafelice.it 

 

4 thoughts on “Dove siamo”

  1. Mi chiamo Maria luigia chiodini. A Verona frequento il gruppo da più di 5 anni.
    Ora sono a Mesero Milano per motivi famigliari ma il desiderio di essere nel gruppo è forte. Sarei felice di conoscere un gruppo vicino a me.
    Aspetto una vostra risposta grazie ciao marissa

  2. Salve a tutti, mi sono appena iscritto. Sono di Bologna, ma vivo in Croazia dal 2006, da sempre simpatizzo e condivido la Decrescita Felice. Cerco consigli e dritte per due tematiche:
    – vorrei far partire un gruppo da zero qui a Zagabria: come si fa? da dove cominciare?
    – cerco materiale, saggi, articoli sulla macroeconomia (modello macroeconomico) della decrescita felice.

    Grazie e saluti

    1. Ciao Rubes,

      il miglior modo per cominciare è realizzare iniziative sui temi e, soprattutto, sulle pratiche a noi care.

      Potresti organizzare un pic nic con gli amici con la ferrea regola di non generare rifiuti non biodegradabili. Ad esempio quindi niente cibi industriali (perchè avrebbero sicuramente imballi in plastica) ma occorre attenzione anche a prodotti comprati nel negozio sotto casa.

      Se funziona ripetete invitando altri e pubblicizzando l’iniziativa.

      A questo punto creato un gruppo di persone “sensibili” potreste fare dei laboratori per autoproduzione (pane, detersivi, riparazione, ecc…) piuttosto che proiezione di film e dibattiti a seguire.

      Sono solo alcuni esempi. Sul nostro sito trovi molti esempi di iniziative realizzate e materiali per realizzarle, oltre che riferimenti bibliografici e suggerimenti di lettura.

      Buona avventura e …. facci sapere come va!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *