Il sottile fascino della lentezza

Published on :

La letteratura di viaggio è per sua natura un’immersione “totale” perché mette in movimento il cervello e il corpo, i sensi e l’anima. Parola di Paolo Rumiz, editorialista di “Repubblica” e inviato speciale de “Il Piccolo” di Trieste, ma soprattutto viaggiatore e autore di racconti, reportage e libri di successo. […]