La rivoluzione conservatrice della post-crescita

Published on :

Antonio Gramsci definiva ‘rivoluzioni conservatrici’ quei cambiamenti che attingono da idee radicali e innovative allo scopo di annacquarne la portata rivoluzionaria, secondo il motto gattopardesco di ‘cambiare tutto per non cambiare niente’: Gramsci aveva in mente idee come il socialismo e ‘rivoluzioni conservatrici’ come il dirigismo fascista o il new […]

Bp condannata. Ma non siamo tutti complici?

Published on :

In una società dipendente dalle fonti di energia di origine fossile come la nostra, se si hanno auto grosse o stili di vita dispendiosi, si sa, c’è bisogno di petrolio. Perché quindi compagnie petrolifere (come la BP) si trovano a dover esplorare sempre più freneticamente i fondali marini, o peggio […]

Decrescita non significa diminuzione di benessere, semmai il contrario

Published on :

Ho partecipato da poco ad un ennesimo incontro pubblico sul tema della “decrescita”. E’ ormai un dibattito ampio e aperto anche nel mondo dell’economia sociale e alternativa. E’ indubbio che il termine sia provocatorio, fa discutere, viene coniugato con vari attributi, ad esempio “felice” o “forzata”, viene interpretato in vari […]

L’insostenibile pesantezza della carne

Published on :

Il consumo di proteine animali, nel mondo, cresce costantemente. Tanto che, secondo alcuni, questo fenomeno sta aiutando la specie umana ad andare più rapidamente verso la sua autodistruzione. A questo fenomeno, in effetti, sono legati i più gravi problemi ambientali, economici e politici del pianeta: le emissioni di gas climalteranti […]

Generation Awake: scelte che fanno la differenza

Published on :

Ogni volta che si decide di acquistare o non acquistare qualcosa, dovremmo considerare che le nostre azioni hanno delle conseguenze, magari in luoghi anche molto lontani da noi, e ovviamente un impatto più o meno forte sull’ambiente.

Per questo motivo fare capire quanto importante sia cambiare le proprie abitudini, usando in modo razionale energia e risorse naturali, è uno degli obiettivi della Commissione europea. Che, a tal proposito, ha lanciato lo scorso autunno la campagna “Generation Awake. Your choices make a world of difference!”.