Referente Gruppo Tematico: Luigi Giorgio (luigi.giorgio.lg@gmail.com)

ANNO 2015

Nasce a giugno 2015 il gruppo tematico “Decrescita e Economia”, composto da 11 soci di MDF appartenenti a 9 circoli diversi.

Lo scopo è quello di affrontare il rapporto tra Decrescita ed Economia in modo sistematico, sia a livello microeconomico (proposte economiche in ambiti specifici) che a livello macroeconomico (definizione dei parametri che possono caratterizzare uno scenario economico con un impatto ecologico sostenibile).

Qui il link al documento presentato al Direttivo MDF.

I suoi obiettivi si possono riassumere nei seguenti punti:

  • Seguire il dibattito economico a livello nazionale e internazionale.
  • Fornire ai circoli MDF informazioni sul tema economico.
  • Fare proposte di economia e occupazione in linea con la visione della decrescita.
  • Collaborare con Università e Associazioni che hanno una visione economica vicina a quella di MDF.
  • Sviluppare un modello macro-economico per l’Italia basato su politiche in linea con la nostra visione.
    Un lavoro simile a quello fatto dall’economista inglese Peter Victor per il Canada, descritto nel suo libro Managing without Growth.

La prima riunione operativa si tiene a Torino il 17 ottobre 2015.

In quell’occasione vengono costituiti 7 gruppi di lavoro sui seguenti temi:

  1. Raccolta delle proposte economiche già elaborate in MDF
  2. Occupazione e Lavoro
  3. Commercio ed economie locali
  4. Diseguaglianze ed equa distribuzione risorse
  5. Modelli macro economici
  6. indicatori di benessere (sospeso causa carenza di persone per portarlo avanti)
  7. debito pubblico e tassazione (sospeso causa carenza di persone per portarlo avanti)

A dicembre viene completata la raccolta dei documenti di economia già pubblicati da MDF (al punto 1), reperibili al seguente link

ANNO 2016

Il gruppo che si occupa di “Commercio ed economie locali” produce un documento di analisi su questo tema, reperibile a questo link.

Il gruppo che si occupa di “Disuguaglianze ed equa distribuzione delle risorse” produce un documento di analisi su questo tema, reperibile a questo link.

A giugno 2016, su proposta del gruppo che si occupa di modelli macroeconomici, MDF chiede ufficialmente al Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa una collaborazione per sviluppare un modello per approfondire alcuni scenari dell’economia italiana sostenibili da un punto di vista ecologico ma appetibili anche da un punto di vista sociale ed economico, studiando i parametri macro-economici da usare e valutando i risultati raggiungibili.
L’Università accetta l’incarico.

Il gruppo di lavoro misto che viene formato a settembre decide di concentrarsi in particolare sul programma per la riduzione delle emissioni di gas serra, presentato dal Ministero dello Sviluppo Economico con la Strategia Energetica Nazionale (SEN). Il modello viene completato e documentato in dieci mesi.

ANNO 2017

Su proposta del gruppo che si occupa di modelli macroeconomici MDF chiede all’Associazione Italiana degli Economisti dell’Energia (AIEE) di collaborare insieme per organizzare un convegno aperto a coloro che si occupano di modelli macro-economici per valutare scenari energetici per la riduzione delle emissioni di gas serra

Dopo un incontro il 3 marzo a Roma presso la sua sede AIEE accetta.

Il convegno si tiene il 5 ottobre 2017 a Roma, nella sala Protomoteca in Campidoglio.
Alle cinque relazioni del mattino, in cui viene presentato anche il modello 2METE sviluppato dall’Università di Pisa per MDF, segue nel pomeriggio una tavola rotonda con la presenza di rappresentanti di enti istituzionali e delle principali associazioni ambientaliste.

Qui il link al programma del convegno.                   Qui il link alla documentazione del modello 2METE

In particolare RSE (Ricerca Sistema Energetico), la società che gestisce i modelli energetici per il Ministero dello Sviluppo Economico, si mostra da subito interessata ad un confronto con MDF e D’Alessandro, culminato in un incontro nella loro sede di Milano il 14 dicembre; nell’incontro si concorda di fare nel 2018 delle modifiche a 2METE per poterlo confrontare con i loro scenari macroeconomici e verificare i rispettivi risultati.

 

 

ANNO 2018

 

Il gruppo di lavoro sul modello macroeconomico (due soci MDF più due consulenti esterni) studia a fondo le dinamiche strutturali dell’economia locale in Italia.

 

Il 13 novembre Simone D’Alessandro presenta, con due suoi collaboratori, la nuova versione di 2METE nella sede RSE di Milano; partecipano tre persone del gruppo tematico MDF e sette rappresentanti dell’azienda.

Vengono concordate ulteriori piccole modifiche, ed RSE chiede di poter usare il nuovo 2METE per verificare nel 2019 gli impatti socio-economici dei loro scenari energetici.

Il gruppo “occupazione e lavoro“, composto da cinque soci, porta avanti durante l’anno uno studio complesso, e quindi molto ambizioso, sulle tematiche legate a occupazione e lavoro.

Viene creata una matrice (la trovate a questo link) che definisce 10 temi chiave e 5 ambiti di analisi da declinare per ciascun tema.

Per ogni tema viene compilata una scheda che contiene la sintesi del significato del tema (visione corrente, visione MDF, linee guida), i riferimenti a studiosi o organizzazioni che lo hanno approfondito, link a siti o documenti che lo trattano, una bibliografia minima, persone o organizzazioni che potremmo coinvolgere nella ricerca, spunti di riflessione tra il tema e i vari ambiti.

È previsto nel 2019 un lavoro di approfondimento per ogni scheda.